• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

illegal3Sei barche da pesca illegali sono state fermate dalla marina messicana dopo essere state inseguite dalla M / V Farley Mowat nel Mar di Cortez. Sei pescherecci impegnati in attività illegali sono stati avvistati da Sea Shepherd Conservation Society nel mare del Messico di Cortez, i pescherecci sono stati arrestati dalla marina messicana.

Il 12 dicembre 2016, la M/ V Farley Mowat di Sea shepherd ha identificato i bracconieri sul radar per poi confermarne l’identità grazie al binocolo. I sei pescherecci stavano lavorando assieme, con reti proibite e per catturare il basso di totoaba, una specie in via d’estinzione, all'interno di una riserva marina nel Golfo di California, in Messico.

Il totoaba è un pesce raro nativo del Golfo che può misurare fino a 6 piedi di lunghezza e pesare fino a 220 libbre. La pesca di totoaba è stata vietata dal governo messicano a partire dal 1975, ma questi pesci continuano ad essere cacciati dai bracconieri esclusivamente per la loro vescica natatoria, che viene venduta sul mercato nero in Cina per più di USD 20’000 al chilo.

Quando sono stati avvistati dall'equipaggio della Farley Mowat, i bracconieri hanno iniziato il recupero delle reti con grande fretta, mentre altri sono fuggiti immediatamente. La Farley Mowat ha rintracciato queste imbarcazioni, malgrado alcune di esse abbiano cercato di rallentarla manovrando attorno alla nave di Sea Shepherd.
Durante l'intero processo la Farley Mowat è rimasta ferma nel suo obiettivo, seguendo i bracconieri per circa un'ora fino all’arrivo della Marina. I bracconieri hanno tentato di sfuggire, rinunciando alla fuga solo dopo che la Marina ha estratto i fucili, seppur senza sparare alcun colpo.

illegal1
"Senza l’intervento di Sea Shepherd, i bracconieri avrebbero continuato a distruggere l’ambiente," ha dichiarato il capitano Sebastien Fau della Farley Mowat.

La Farley Mowat e la M / V Sam Simon si trovano attualmente nel Golfo di California, attive nell’ambito di Operazione Milagro III, per fermare l'estinzione imminente del focena vaquita, altra specie in via di estinzione. Entrambe le navi stanno proteggendo il rifugio della vaquita e pattugliano alla ricerca dei bracconieri.

Conosciuta per essere il mammifero marino più piccolo e raro al mondo, la vaquita si trova ad affrontare una vera e propria minaccia di estinzione. Le statistiche più recenti mostrano che la popolazione si è ridotta ad un numero stimato a meno 60 esemplari.
La più grande minaccia per la sopravvivenza della vaquita sono i bracconieri che utilizzano reti da posta illegali per catturare il totoaba. Le vaquita spesso restano impigliate nelle reti e non sono in grado di raggiungere la superficie dell'acqua per respirare, finendo per annegare.
I bracconieri arrestati stavano utilizzando reti gamberetti - proibite nella riserva vaquita dal 2015 - e reti totoaba, vietate in Messico.
Durante l’ispezione delle reti lasciate dai pescatori in fuga, la Farley Mowat ha trovato anche altri animali vivi come squali, razze, granchi e altri pesci intrappolati nelle reti. Tutti gli animali sono stati liberati.

illegal2
"La collaborazione di Sea Shepherd con la marina messicana sta ottenendo risultati", ha detto il fondatore di Sea Shepherd, Capitano Paul Watson. "Ogni nave da bracconaggio intercettata e arrestata è un passo avanti per evitare l'estinzione della vaquita".

La leader della campagna e direttore delle operazioni navali, Capitano Oona Layolle, ha dichiarato: "La nostra collaborazione con le autorità messicane per il pattugliamento della zona e il recupero delle reti è molto importante per la sicurezza del rifugio della vaquita e della riserva marina. Più imbarcazioni di Sea Shepherd saranno in quell’aerea e più saremo in grado di evitare il bracconaggio. La vaquita ha bisogno ora di tutti i nostri sforzi. "






News / Commenti

  • Con un piccolo aiuto dei miei amici
  • La fauna negli abissi della terra
  • Priorità
  • Un Grazie di cuore al negozio Little' Shop of Ethics di Sciaffusa per la generosa offerta di 610 Franchi!!
  • Notificato fuori dal Parlamento danese un atto di citazione a Sea Shepherd per aver agito in difesa dei globicefali