• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Il governo Turnbull vieta al pubblico la visione dei filmati che mostrano l'uccisione delle balene da parte del Giappone

Il 7 dicembre 2015, Sea Shepherd Australia Limited ha incaricato l'EDO NSW (l'ufficio legale del Nuovo Galles del Sud che si occupa di questioni ambientali, nota di 2014: Drei tote Zwergwale, illegal auf dem Deck der NISSHIN MARU abgeschlachtet. Die australische Regierung besitzt ähnliches Bildmaterial, doch weigert sie sich, es der Öffentlichkeit zugänglich zu machen. Foto: Tim Watters.traduzione) di presentare richiesta ai sensi della legge sulla libertà di informazione presso il Dipartimento australiano per l'Immigrazione e la Protezione delle Frontiere, allo scopo di ottenere foto o filmati che provino l'attività baleniera condotta dal Giappone in Oceano del Sud nel 2008. 

Nel 2008, il pattugliatore Ocean Viking dell'Agenzia australiana delle Dogane, in cooperazione con i voli di sorveglianza aerea effettuati con aerei A319, ha documentato l'uccisione delle balene in Antartide, nel Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud. Inizialmente le autorità australiane hanno fornito ai media un numero limitato di prove fotografiche e filmati relativi all'uccisione illegale di balenottere minori, ma qualsiasi tentativo fatto successivamente per ottenere l'accesso completo alle prove raccolte è stato negato. 

Leggi tutto...

Sea Shepherd ha utilizzato una piscina per mostrare come gli esseri umani trattano gli Oceani

L'inquinamento da plastica è riconosciuto come una enorme problematica globale, responsabile della morte di più di un milione di animali marini ogni anno.
plastik2
Esso rappresenta un pericolo per tutta la fauna marina, inclusi gli uccelli, gli squali, le tartarughe e i mammiferi marini. Causa lesioni e morte per annegamento, per intrappolamento e morte per fame a seguito di ingestione. Si tratta anche di un pericolo per la vita degli esseri umani.

Leggi tutto...

Sea Shepherd lancia Operazione Albacore

La nave di Sea Shepherd Bob Barker è arrivata nella Repubblica del Gabon per dare inizio a Operazione Albacore, una nuova campagna per combattere, sotto la direzione logo Operation Albacoredel governo del Gabon, la pesca illegale, non regolamentata e non dichiarata (INN).

Durante tutta la stagione 2016 di pesca del tonno, i marines del Gabon (Marine Nationale) e gli ufficiali, insieme alla Fisheries Enforcement Agency (ANPA), l’Agenzia di controllo della pesca, saranno a bordo della Bob Barker e lavoreranno al fianco dell’equipaggio di Sea Shepherd per pattugliare le acque sovrane del Gabon. Questi pattugliamenti rappresenteranno un mezzo, per l’applicazione delle leggi atte a difendere, conservare e proteggere l'habitat critico del tonno in Africa centro-occidentale, da aprile a settembre 2016.

Leggi tutto...

Sea Shepherd Conclude Operazione Driftnet

dnetend1I provvedimenti finali relativi alle navi bracconiere che utilizzano reti derivanti illegali sono nelle mani delle autorità cinesi.
Le 6 navi da pesca illegali della flotta Fu Yuan Yu si trovano adesso in Cina e l'indagine finale relativa ai loro crimini è nelle mani delle autorità cinesi. Nel corso degli ultimi 3 mesi, Sea Shepherd ha fornito alle autorità prove inconfutabili del coinvolgimento di questa flotta in attività di pesca illegale che violano 11 diverse normative internazionali e la legge cinese.
Sea Shepherd si è offerta di consegnare alle autorità cinesi le prove relative a questo caso, che includono 4 chilometri di reti da posta derivanti, marcature di posizione, avvistamenti fisici, oltre a testimonianze oculari, fotografie e annotazioni nel giornale di bordo. Tuttavia, l'offerta è stata respinta dalle autorità che hanno invece deciso di intraprendere un'indagine privata.

Leggi tutto...

News / Commenti

  • Con un piccolo aiuto dei miei amici
  • Quando il fulmine colpisce due volte
  • La lotta è lungi dall’essere finita - Del Capitano Wyanda Lublink
  • La fauna negli abissi della terra
  • Priorità