sscs logo whale outline

La storia di Sea shepherd

In prima linea con l'azione diretta in difesa degli oceani

Una breve panoramica

La Sea Shepherd Conservation Society è stata formalmente incorporata negli Stati Uniti nel 1981, nello stato dell'Oregon. Precedentemente a ciò, l'idea di Sea Shepherd nacque nel 1977, quando il Capitano Paul Watson fondò la Earth Force Society a Vancouver (BC), Canada. La missione originaria di entrambe le organizzazioni era la conservazione marina e la protezione dei mammiferi marini, unita allo scopo immediato di portare a termine la caccia illegale alle balene e alle foche, ma Sea Shepherd ha successivamente ampliato la sua missione difendendo tutte le creature marine.

Nel 1978 Sea Shepherd ha acquistato con l'aiuto di Cleveland Amory (fondatore e presidente del Fund for Animals) la sua prima nave (un peschereccio britannico chiamato Westella), poi ribattezzata Sea Shepherd. La sua prima missione fu quella di salpare fra i banchi di ghiaccio del Canada orientale per interferire con l'annuale uccisione di cuccioli di foche della Groenlandia. Nello stesso anno, la Sea Shepherd ha speronato la famigerata baleniera pirata Sierra in un porto del Portogallo, mettendo fine alla sua nefasta carriera di flagello dei mari.

Sin da quei primi giorni, Sea Shepherd ha compiuto oltre 200 viaggi coprendo la maggior parte degli oceani del mondo, ed ha difeso e salvato numerose indifese vite marine.

La nostra storia, gli anni Ottanta.


1980

1980 whales SSCS history sierra5 damage2Febbraio:
La Sierra Trading Company spende più di un milione di dollari per riparare la Sierra. Il proprietario Andrew Behr decide di riprendere nuovamente la caccia alle balene a partire da metà febbraio. I suoi piani vengono ostacolati quando due uomini e una donna, nel cuore della notte del 6 febbraio, fanno la loro comparsa nelle acque nere del porto di Lisbona. La Sierra viene affondata senza infortunare nessun membro dell'equipaggio. La carriera della baleniera più spietata del mondo è finita una volta per tutte.

1980 whales SSCS history 1980 Ibsa II sunkMarzo:
Nel 1980, per evitare che l'equipaggio di Sea Shepherd arrivi sul luogo dove avviene la caccia alle foche, durante il giorno d'apertura della caccia il Capitano Paul Watson viene condannato a 10 giorni di reclusione per aver interferito nel 1979 con la caccia alle foche senza il permesso del governo canadese. Al Capitano Watson viene anche impedito l'accesso ai banchi di ghiaccio e alle aree delle foche per 3 anni.

Aprile:
Il 28 aprile vengono affondate le baleniere Ibsa I e Ibsa II a Vigo, in Spagna. Gli affondamenti delle baleniere spagnole riducono drasticamente la quota di balene uccise da parte della flotta baleniera spagnola. Nello stesso mese, Jet Johnson, rappresentante di Sea Shepherd, appende dei manifesti di ricompensa sul lungomare di Las Palmas, nelle Isole Canarie. Sea Shepherd offre una ricompensa di 25'000 dollari per la baleniera fuorilegge Astrid. I proprietari della Astrid non si fidano più del proprio equipaggio e decidono di ritirare la nave.

1980 number7Settembre:
In risposta alla pubblicità planetaria causata dagli affondamenti delle baleniere pirata in Spagna ed in Portogallo, la Marina del Sudafrica affonda la Susan e la Theresa dopo averle confiscate dai proprietari della Sierra. Cessano così tutte le attività di caccia illegale alle balene nell'Atlantico.

Ottobre:
Il Capitano Paul Watson concede alla Warner Brothers i diritti cinematografici per la storia della Sea Shepherd e della Sierra, riuscendo così a raccogliere abbastanza fondi per comprare un altro peschereccio, dello Yorkshire, in Inghilterra. Il peschereccio St.Giles viene rinominato Sea Shepherd II. La nave viene spostata da Hull a Greenock, in Scozia, per essere riparata e riattata.

1981

Marzo:
Il Capitano Watson guida una spedizione con tre kayak nel Golfo di San Lorenzo, violando così la sua libertà condizionale. Centinaia di foche vengono spruzzate con uno spray di colore blu innocuo. Watson si oppone al tentativo di arresto da parte del Canada. La sua condanna del 1980 viene rimandata a nuovo appello.

1981-Kayak-at-sea-looking-back-at-other-two---artsy-  1981-Kayak-being-built-2  1981-Kayak-being-built



1981-Kayak-at-sea-with-sail  1981-Kayak-side-view-with-people

1981 1981-Kayaks

6 aprile 1981: La Sea Shepherd Conservation Society è registrata nello Stato dell'Oregon come organizzazione non-profit.


1981 history 1981d re-creation of seal spraying  1981 history 1981c Paul white suite

Maggio:
La Sea Shepherd II intraprende il suo primo viaggio, attraversando l'Atlantico fino ad Alexandria, Virginia, per prepararsi ad una campagna di protezione delle balene grigie nella Siberia sovietica.

Giugno:
La Sea Shepherd II transita attraverso il Canale di Panama per la prima volta, sulla rotta per Los Angeles e Vancouver per pubblicizzare la caccia illegale alle balene grigie.

Luglio-Agosto:
Al largo della costa siberiana, la Sea Shepherd II documenta la caccia illegale alle balene da parte dei sovietici, e viene inseguita dalla Marina sovietica. Il Capitano Watson torna negli Stati Uniti con le prove delle violazioni sovietiche, che verranno poi consegnate al Congresso.

1981 ussrdest1981 Russian-fur-farm1981 Russian-beach-with-whale-bones

1981 Russian-fur-farm-31981 Russian-fur-farm-2

Settembre- Dicembre:
La Sea Shepherd II ormeggia al molo 70 a Seattle, per attività di promozione della propria causa e raccolta fondi. Nel mese di dicembre la nave parte per Los Angeles.

1982

Gennaio:
La Sea Shepherd lascia Los Angeles in direzione Honolulu, Hawaii, per prepararsi alla campagna per fermare il massacro di delfini al largo dell'isola giapponese di Iki.

Marzo:
Al fine di evitare un confronto diretto con l'equipaggio della Sea Shepherd II, il governo giapponese invita il Capitano Watson a Iki per negoziare sul luogo con i pescatori. Il Capitano Watson è accompagnato dal capitano dell'American Airlines Jet Johnson, dall'assistente di volo della Air France Mina Fukuda in qualità d'interprete e dal regista Peter Brown. Dopo tre giorni di trattative, i pescatori di Iki concordano la fine del massacro di delfini dell'isola di Iki.
1982 Dead-Dolphins11982 Dead-Dolphins2

1982 Book---Sea-ShepherdMaggio:
Il libro del Capitano Watson Sea Shepherd, My Fight For Whales and Seals viene pubblicato da W.W. Norton. Il libro è stato scritto insieme al famoso giornalista Warren Rogers, con una prefazione di Cleveland Amory.

I membri irlandesi dell'equipaggio di Sea Shepherd campeggiano nelle isole Iniskea nel Mare d'Irlanda, per interferire con l'uccisione di foche grigie da parte dei pescatori irlandesi. L'equipaggio dorme tra le foche grigie e riesce ad interferire con successo contro qualsiasi tentativo di ucciderle.

Giugno:
La Sea Shepherd II ritorna a Seattle, Washington e a Vancouver, in Canada, per prepararsi ad una campagna per proteggere le foche sulla costa orientale del Canada.

Settembre:
Il Capitano Watson e il membro dell'equipaggio Tate Landis attraversano a nuoto con successo lo Stretto di Georgia, da Nanaimo, isola di Vancouver, a Jericho Beach, Vancouver. Questo percorso lungo 56 km non era mai stato completato con successo prima di allora. L'attraversata a nuoto viene organizzata per attirare l'attenzione sulla caccia delle foche in Canada.

Il Capitano Jet Johnson (un ex pilota di caccia della Canadian Air Force) pilota un aereo per Paul Watson e Carroll Vogel al largo della costa dello stato di Washington, per lanciare 16 grandi lampadine riempite di vernice rossa sul ponte di una nave spia sovietica. In ogni lampadina vi è allegato un messaggio in russo recante una protesta contro l'uccisione illegale delle balene da parte dei sovietici. Un aereo da caccia americano insegue l'aereo di Sea Shepherd, ma il Capitano Johnson riesce a fuggire, volando sopra le onde sonore fino a rientrare nello spazio aereo canadese. Paul Watson è l'unico ad essere arrestato. È accusato di aver commesso operazioni pericolose con un aereo, sebbene non fosse lui a pilotarlo. Le accuse verranno respinte in quanto i Russi non si presenteranno come testimoni.

Ottobre:
La caccia alle foche in Irlanda viene vietata. Il governo irlandese regola la cessazione delle attività di caccia alla foca grigia nel Mare di Irlanda. È una chiara vittoria per gli attivisti di Sea Shepherd.

Novembre:
L'equipaggio di Sea Shepherd impedisce l'uccisione di foche grigie nelle isole Orcadi, in Scozia. L'equipaggio di Sea Shepherd toglie i fucili dalle mani dei cacciatori e impedisce fisicamente lo sbarco dei cacciatori presso le colonie di foche. Viene stabilita la Sea Shepherd Island Trust e viene così acquistata l'isola di Little Green Holm, sempre appartenente alle Orcadi. Una volta comprata, questa isola è diventata un santuario permanente per le foche grigie.

Dicembre:
La Sea Shepherd parte da Vancouver per un viaggio in direzione di Grenada per consegnare provviste come libri, materiale agricolo e medicinali. Durante il viaggio la nave si ferma a Coos Bay, Oregon, San Francisco, Los Angeles e Laguna Beach.

1983

Gennaio:
La Sea Shepherd II transita per la seconda volta attraverso il Canale di Panama, questa volta in direzione Grenada. La nave trasporta un carico di aiuti umanitari che consegna a St. George's, Grenada, prima di proseguire in direzione di Portland, Maine.

Dopo aver visto le condizioni deplorevoli dello zoo di St. George's, l'equipaggio della Sea Shepherd II irrompe con un'incursione durante la notte nello zoo, e libera tutti i primati. Tutte le scimmie vengono sedate e liberate nella giungla. Alle critiche riguardanti la liberazione delle scimmie, il Capitano Watson risponde dicendo che non è stata Sea Shepherd a portare le scimmie a Grenada, e che il suo equipaggio non sarebbe semplicemente rimasto a guardare mentre questi animali venivano maltratti. "Oltretutto", aggiunse, "questi primati sicuramente non causeranno più danni a quest'isola di quanti ne abbia già causati il primate Homo sapiens".

Febbraio:
La Sea Shepherd II si sottopone agli ultimi preparativi a Portland, Maine, per una campagna in difesa delle foche. Il Capitano Watson appare al Today Show e dibatte con Jim Winters, rappresentante del governo canadese.

1983-Patrolling-the-HarborMarzo:
La Sea Shepherd II blocca il porto di St. John's, Terranova, e grazie a questa azione la flotta dei cacciatori canadesi non può lasciare il porto per due settimane. Dopodiché, la Sea Shepherd II parte per il Golfo di San Lorenzo e scorta quattro navi lontano dai nidi di foche della Groenlandia.

Aprile:
La Sea Shepherd II si dirige nel Golfo di San Lorenzo e scorta tre navi lontano dal nido di foche della Groenlandia. La RCMP (Royal Canadian Mounted Police) e la Guardia Costiera Canadese salgono a bordo della Sea Shepherd II in un attacco di gas lacrimogeni nel gelido nord della Nuova Scozia.

Il Capitano Watson e 19 membri dell'equipaggio della Sea Shepherd II vengono arrestati e vengono accusati di aver organizzato un complotto con l'intento di violare il Seal Protection Act – ad esempio avvicinandosi a meno di mezzo miglio dalla caccia alle foche con l'intento di disturbare la mattanza delle foche.

1983-Paul-on-Ice-with-Seal-and-SSII1983-Tear-gassing-of-SSII
1983-Ramming-of-SSII

Giugno:
L'equipaggio della Sea Shepherd viene processato a Perce, Québec, e condannato per avere violato il Seal Protection Act. L'agenda politica del paese protettrice della caccia alle foche si rifletterà nella gravità delle pene inflitte. Il Capitano Watson viene condannato a 15 mesi di carcere per cospirazione, per aver violato il Seal Protection Act e altri 6 mesi per essersi avvicinato di un mezzo miglio nautico all'area nella quale avviene la caccia alle foche. Oltre a una pena detentiva di 21 mesi, il Capitano Watson viene multato per un totale di 75'000 dollari e la Sea Shepherd II viene confiscata. Al Capitano Watson viene ordinato di non comunicare in alcun modo, con nessun giornalista, in qualsiasi parte del mondo, su qualsiasi argomento per un periodo di tre anni. Al Capitano Watson viene anche vietata l'entrata nelle cinque province del Canada orientale per tre anni. L'ingegnere Paul Pezwick è recluso per 7 mesi e multato di 7'000 dollari. Tutti gli altri membri dell'equipaggio sono multati di 3'000 dollari ciascuno.

Dicembre:

Il 20 Dicembre il Capitano Watson e l'ingegnere Paul Pezwick vengono attesi per cominciare a scontare le condanne, ma dopo 9 giorni la Corte d'Appello del Québec li rilascia entrambi in attesa dell'appello per le sentenze.

1984

Gennaio:
La Corte d'Appello del Québec decide a favore dell'equipaggio della Sea Shepherd II e del suo Capitano Paul Watson. Le sentenze e le condanne vengono respinte. Il governo canadese ricorre in appello alla Corte Suprema del Canada a riguardo della sentenza della Corte d'Appello del Québec. Il tutto si risolve con il mantenimento del sequestro della Sea Shepherd II. La nave viene spostato da Charlottetown, Prince Edward Islanda, ad Halifax, Nuova Scozia, e tenuta in custodia nella base della Marina Canadese.

Febbraio:
Senza una nave il Capitano Watson ed il suo equipaggio sono costretti a rimanere a terra. Per nulla scoraggiato, il Capitano Watson lancia una campagna a terra in favore dei lupi. Fonda il gruppo Friends of the Wolf ed organizza un evento mediatico di rilievo contro la caccia aerea ai lupi (vengono uccisi dai cacciatori che sparano loro da aerei in volo), nel Nord della Columbia Britannica. Nella città ostile di Fort Nelson, il Capitano Watson organizza una conferenza stampa e un dibattito con 400 cacciatori e cacciatori con trappole, trattando temi molto caldi che hanno un'eco nazionale.

1984 wolf-dead1984 wolf-pw

 
Il Capitano Watson e Robert Hunter pubblicano Cry Wolf!. Il libro verte sulle campagne contro la caccia ai lupi ed espone la corruzione esistente dietro ai programmi di eliminazione del lupo del governo della Columbia Britannica. L'ex Ministro dell'Ambiente della Columbia Britannica, Rafe Mair, scrive la prefazione del libro.

La pubblicità generata dalle campagne concernenti i lupi forza Anthony Brummett alle dimissioni, il Ministro dell'Ambiente della Columbia Britannica, dopo che il Capitano Watson denuncia pubblicamente il Ministro per corruzione.

1985

Aprile:
La Corte Suprema del Canada conferma la sentenza della Corte d'Appello del Québec. Il giudice stabilisce che la nave Sea Shepherd II sia restituita a Sea Shepherd. Il Capitano Watson recluta un nuovo team di volontari per riparare la nave e preparare la prossima traversata atlantica verso l'Europa.

Maggio:
A causa dei danni che la Sea Shepherd II ha subito durante la custodia "protettiva" durata ventidue mesi, la Sea Shepherd Conservation Society ricorre contro il governo canadese per un risarcimento danni.

Luglio:
La Sea Shepherd II lascia Halifax e fa tappa a St. Pierre e Miquelon per riparare ulteriormente la nave, prima di continuare il viaggio verso l'Islanda. In Islanda, la Sea Shepherd II rilascia un avvertimento al governo islandese concernente la cessazione delle attività di caccia illegale alle balene, e richiedente il rispetto delle direttive della Commissione internazionale per la caccia alle balene. Alla domanda posta da un giornale islandese in merito a cosa avrebbe fatto Sea Shepherd se l'Islanda non avesse accettato le loro condizioni, il Capitano Watson rispose che avrebbe "affondato la flotta baleniera islandese". Dopo questa dichiarazione la Sea Shepherd II viene messa sotto sorveglianza dalla polizia. Comunque, la sosta a Reykjavík è soltanto un diversivo, e l'equipaggio della Sea Shepherd II è impegnato a mappare il porto e la fabbrica di elaborazione della carne di balena a Hvalfjörður.

Agosto:
La Sea Shepherd II lascia l'Islanda e si dirige alle Isole Far Oer, protettorato della Danimarca, per intervenire contro il massacro dei globicefali.
Il Capitano Watson ed il suo equipaggio incontrano il Primo Ministro delle Isole Far Oer e li avvisano che la Sea Shepherd Conservation Society lancerà una campagna per contrastare il massacro illegale di balene pilota commesso dai feroesi.

Settembre-Dicembre:
La Sea Shepherd II lascia le Isole Far Oer per recarsi a Londra, in Inghilterra. La nave è pronta a partire con un carico in aiuto dell'Etiopa grazie ad una collaborazione con Band Aid. Il Capitano Watson e Bob Geldof hanno già lavorato anni prima per il giornale alternativo Georgia Straight. Con l'approvazione della Camera di Commercio, la Sea Shepherd II viene imbarcata con un carico di barili di carburante diesel che devono essere consegnati ai convogli in Etiopia.

Dicembre:
Dopo aver lasciato Londra, la Camera di Commercio britannica ordina alla Sea Shepherd II di dirigersi nel porto di Brest, in Francia. La Camera di Commercio ha cambiato la procedura burocratica e una nuova decisione afferma che la Sea Shepherd II non è una nave da carico registrata e quindi non può trasportare un carico di soccorso. Alla nave viene ordinato di trasferirsi a Plymouth per scaricare il carico. Quando il Capitano Watson chiede alla Camera di Commercio se non si può fare un'eccezione per gli aiuti umanitari, il burocrate responsabile risponde che nessuna eccezione è mai stata concessa. Il Capitano Watson ricorda al burocrate, che durante la Seconda Guerra Mondiale i soldati che sono stati riportati in Inghilterra da Dieppe vennero trasportati su navi non registrate per il trasporto di passeggeri. Il burocrate risponde dicendo che se fosse stato lui a dover prendere la decisione all'epoca, non avrebbe acconsentito alle navi di portare dei passeggeri senza l'autorizzazione adeguata.

1986

Giugno:
La Sea Shepherd II parte da Plymouth per Malmö, in Svezia, per partecipare ad una riunione della Commissione internazionale per la caccia alle balene (IWC).

Luglio:
La Sea Shepherd II lascia Malmö in direzione delle Isole Far Oer per documentare e ostacolare la caccia locale di globicefali. Il Capitano Watson invia un gruppo di cinque membri del team per incontrare il governo delle isole. Tutti e cinque i membri dell'equipaggio vengono arrestati e trattenuti senza nessuna accusa. La Sea Shepherd II si rifiuta di lasciare le acque delle Isole Far Oer finché non verranno liberati i membri dell'equipaggio. I feroesi rispondono con spari e gas lacrimogeni. Un proiettile colpisce la nave a pochi centimetri dalla testa del Capitano Watson, che ordina immediatamente all'equipaggio della Sea Shepherd II di difendere la nave con cannoni riempiti di cioccolata e torta al limone e con pistole ad acqua. Gli aggressori feroesi vengono umiliati e ricoperti da un muco appiccicoso e la Sea Shepherd II fugge con la documentazione della caccia ai globicefali e del drammatico attacco da parte dei balenieri. L'incidente viene documentato e trasmesso nel premiato documentario della BBC Black Harvest.

11986 towns-people-gather-for-butchering-of-pilot-whales21986 pilot-whale-slaughter-photo-by-Tom-Smith
31986 farooil41986 farotruck
51986 farogas  61986 rodc

Settembre:
La Sea Shepherd II ritorna a Bristol, Inghilterra, per sottoporsi a lavori di riparazione e manutenzione.

Novembre:
Gli attivisti di Sea Shepherd tornano in Islanda e prendono provvedimenti contro le operazioni di caccia illegale alle balene da parte dell'Islanda. Gli ingegneri di Sea Shepherd Rod Coronado e David Howitt riescono ad affondare due delle quattro navi baleniere islandesi nel porto di Reykjavík. Distruggono anche la fabbrica dove viene lavorata la carne di balena a Hvalfjörður. Grazie a questa azione la caccia commerciale alle balene da parte dell'Islanda viene fermata per i successivi 16 anni. Questo attacco ha un'eco planetaria.

71986 iceland-whaling-fleet81986 Icelandic-Action1

91986 whales world Iceland whaling operations9a1986 img0067p

1987

Maggio e Giugno:
Dal momento che la Sea Shepherd II si trova nel Regno Unito per essere riparata, Sea Shepherd ha bisogno di un'altra nave per affrontare la crescente pesca con reti da posta derivanti nel Pacifico del Nord. La Sea Shepherd Conservation Society acquista una tonniera chiamata Bold Venture. La nave in sé non è adatta per la campagna, e Sea Shepherd riesce a scambiarla con una tonniera giapponese chiamata Gratitude. La nave viene rinominata Divine Wind e viene preparata per un viaggio verso il Pacifico del Nord.

Luglio e Agosto:
La Divine Wind si mette in viaggio verso le Aleutine, ma si ferma ad Amchitka e Attu per documentare le "reti fantasma" (cioè delle reti da posta derivanti abbandonate). Sulla via del ritorno la nave si ferma alle Isole Pribilof per indagare lo stato delle otarie orsine del Nord. Durante questa spedizione, vengono trovate e rimosse diverse miglia di reti da posta derivanti.

1988

1988 3SS18BGennaio:
Il Capitano Paul Watson, l'attivista Dr. Joanna Forwell e Sten Borg, il presidente di Sea Shepherd Svezia, si recano in Islanda. Il Capitano Watson esige che l'Islanda ritiri le accuse contro la Sea Shepherd Conservation Society e contro di lui, per aver affondato metà della flotta baleniera islandese. L'Islanda rifiuta. Il Capitano Watson informa i media islandesi che le azioni di Sea Shepherd contro la caccia alle balene da parte dell'Islanda sono giustificate poiché l'Islanda si è rifiutata di prendere misure contro la caccia illegale alle balene, incolpando Sea Shepherd di sabotaggio.
Sea Shepherd annuncia che le accuse di criminalità nei suoi confronti sono ingiustificate, in quanto Sea Shepherd non è stata né accusata, né condannata di nessun tipo di crimini in Islanda.

1988 dolnetMarzo:
Un agente di Sea Shepherd documenta l'uccisione di delfini da parte di una tonniera americana, la Sea King. La Sea Shepherd Conservation Society concede i diritti di utilizzo a Sam LaBudde dell'Earth Island Institute. Il filmato di Sea Shepherd viene mostrato nel film, oltre alle immagini che Sam LaBudde aveva girato a bordo di una tonniera panamense. Il filmato edito dal regista di Sea Shepherd Peter Brown, scandalizza l'industria del tonno e contribuisce al divieto di uccisione di delfini da parte dell'industria tonniera americana.

Novembre:
La nave Divine Wind è venduta e la Sea Shepherd Society utilizza i fondi per far revisionare e ristrutturare la Sea Shepherd II.

1989

Luglio:
Dopo lunghe riparazioni nei Paesi Bassi e in Gran Bretagna, la Sea Shepherd II attraversa l'Atlantico in direzione Key West, in Florida, dove salgono nuovi membri dell'equipaggio e vengono caricate provviste, in modo da poter poi navigare sino a Puntarenas in Costa Rica, attraversando il Canale di Panama. A Puntarenas la Sea Shepherd II intercetta due tonniere venezuelane. Le navi non possono ripartire finché non concedono al Capitano Watson ed i suoi ufficiali di ispezionare i giornali di bordo ed il pesce pescato, per poter provare che hanno ucciso dei delfini.
Oltre alle prove ottenute, il giornale di bordo della tonniera Pan Pacific rivela le posizioni di pesca dove sono stati uccisi i delfini.

Agosto:
Nel Pacifico orientale tropicale, la Sea Shepherd II intercetta e scaccia via dai gruppi di delfini numerose tonniere messicane.